Skip to content Skip to navigation

Una nota a margine

Versione stampabilePDF version

In relazione a quanto accaduto in una scuola di Palermo, per quanto è stato reso noto dai mezzi di informazione, noi sottoscritti docenti del Liceo Marinelli sentiamo la necessità di esprimere quanto segue:

  • crediamo che la scuola abbiail compito di formare coscienze critiche e libere;

  • gli studenti, come tutti, hanno diritto di esprimere le loro opinioni, soprattutto quando sono argomentate, con le modalità proprie della loro età e capacità di riflessione e di esposizione; riteniamo non sia compito dei docenti censurarle, bensì favorire la discussione, la riflessione, l'approfondimento, la contestualizzazione e lo sviluppo di una sempre più matura capacità di discernimento;

  • riteniamo non sia opportuno estrapolare sequenze del processo didattico e sottoporle a pubblico dibattito al di fuori del contesto in cui nascono, ovvero all’interno di un processo educativo complessivo dotato di tempi e modalità proprie.

Crediamo sia anche per tutto questo che l'art. 33 della Costituzione Italiana garantisce la libertà di insegnamento.

 

In allegato le firme

Allegati: 
Destinatari: 
Docenti
Famiglie
Personale ATA
Studenti