Skip to content Skip to navigation

Un esempio di cittadinanza attiva: l'importanza della sostenibilità urbana

Versione stampabilePDF version
studenti cittadini attivi

Il concorso "Active Young Citizen for Sustainable Development in CEI and AII areas", elaborato dalla Central European Initiative e la Adriatic Ionian Initiative con il supporto del Ministero Affari Esteri Italiano e della Regione Fvg (che ha messo in palio per gli istituti regionali concorrenti un cospicuo premio), ha visto protagonisti i giovani di 19 Paesi del centro-est e sud-est Europa, i quali hanno presentato ben 70 progetti, legati al mondo della sostenibilità ambientale a partire dal proprio territorio.

Questo importante percorso ha visto impegnati dieci istituti italiani e – di questi – ben otto provenienti dalla nostra regione. Anche il liceo “G. Marinelli” di Udine ha contribuito in modo importante e significativo all’iniziativa presentando un progetto che ha richiesto impegno e passione a studenti della classe 5^ D (Cozzarizza Nadine, Del Basso Giovanni Battista, De Faccio Filippo e Fallilone Arianna) e, per i testi, della classe 4^F (Biasizzo Mario, Brignone Chiara, Gubian Veronica, Polverino Andrea Morgana e Zuccolo Ruben), sostenuti dal Prof. M. Croce, dalla Prof.ssa M. Pizzo e dalla Prof.ssa A. Schinella. 

Il percorso si è sviluppato in due fasi: lo studio e l'apprendimento delle problematiche inserite nell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile – in particolare è stato preso in considerazione l’obiettivo 11 “Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili” – e l’elaborazione di un video che ha voluto presentare in lingua inglese, vista l’internazionalità del contesto, come - a partire dallo studio delle planimetrie dell’area ex birrificio Dormisch - potrebbe apparire questo luogo allo sguardo futuro dei ragazzi di oggi. Come gli spazi, gli ambienti, le luci, le forme potrebbero piegarsi alle esigenze dei giovani studenti che ogni giorno abitano il Centro Studi e ai cittadini di Udine; luoghi di incontro e di apprendimento. Sono nati allora spazi per laboratori scientifici, linguistici ed artistici, sale per musica e concerti, biblioteca e videoteca, aule studio, luoghi di ristorazione “sana e low cost”, spazi per attività motoria, ma anche aree delimitate e destinate a giardini botanici. 

Grazie anche al contributo del progetto presentato dai due architetti Degano L. e Viola R. il video ha assunto una dimensione ancora più realistica rappresentando in 3D le idee degli studenti. Un’importante occasione per i ragazzi del nostro liceo di sperimentare, in un contesto prestigioso e internazionale, la dimensione della cittadinanza attiva. 

Lunedì 24 maggio, presso la sede della Regione FVG a Trieste, i ragazzi hanno seguito e partecipato alla premiazione dei progetti regionali. Pur non avendo ottenuto il premio per il primo posto, hanno ricevuto da parte delle autorità presenti – il Presidente della Regione M. Fedriga, il presidente del CEI R. Antonione, l’assessore regionale all’istruzione A. Rosolen - i complimenti per il progetto presentato e l’invito a divulgare il lavoro anche e soprattutto a livello locale.

Ecco il link per la visione del video 

https://drive.google.com/file/d/1i5OBYyxsNm9iM30LIHaf7FwD08UN_-HL/view

Ecco il link per la presentazione integrale del progetto 

http://liceomarinelli.edu.it/sites/default/files/Documenti/Friuli%20Future%20Forum/A%20due%20passi%20dal%20nostro%20futuro.pdf

 
 
Destinatari: 
Docenti
Famiglie
Studenti