Skip to content Skip to navigation

MEMEUROPE: a Sevilla la seconda mobilità del progetto Erasmus+”

Versione stampabilePDF version
Memeurope il gruppo italiano

Il progetto “Erasmus+” MEMEUROPE sul tema dei luoghi della memoria, di cui il “Marinelli” è coordinatore, ha vissuto nei giorni prima di Natale il secondo importante momento di incontro “live” tra le varie delegazioni europee. Dopo il primo meeting internazionale, svoltosi in autunno a Koper, nella vicina Slovenia, i gruppi di studenti e insegnanti delle scuole partner si sono ritrovati a casa degli spagnoli, a Siviglia. O meglio, per essere più precisi, a Mairena del Aljarafe, popoloso e vivace comune della cintura urbana della capitale andalusa, a poche fermate di metropolitana dal centro città. Dal Friuli sono partiti cinque studentesse e uno studente, tutti facenti parte dell’ErasmusClub del “Marinelli” che per settimane ha lavorato per prepararsi all’evento, accompagnati dai professori Roberto Feruglio e Luca De Clara.

Il primo atto della mobilità, programmata dal team dei docenti referenti e guidata ovviamente dai padroni di casa, è stata la presentazione di una sintesi del lavoro di ricerca condotto da ogni gruppo nazionale avente per tema i luoghi della memoria locale. Il gruppo italiano ha concentrato la sua attenzione su quale memoria sia conservata ad esempio nel paesaggio e nella cultura della montagna friulana, nelle città e nelle località ricche di storia e di arte della nostra regione, nella gastronomia e nel folklore. Producendo dei materiali esplorativi sul castello di Miramare, sul frico, sull’epopea delle portatrici carniche, la fortezza di Palmanova, Aquileia, il terremoto, le malghe e le lagune, il Carso... e su altri luoghi ricchi di storia, arte e tradizione vicini a noi. Non tanto per mostrare ai partner europei una cartolina turistica delle nostre particolarità e bellezze, quanto per approfondire, attraverso la ricerca, la consapevolezza della memoria e dello spessore di umanità che sono incarnati in “luoghi” che a volte ci capita di sottovalutare.

Gli studenti e le studentesse stranieri, ospiti dalle famiglie spagnole, hanno vissuto una settimana fitta di attività, incontri e visite. Il programma della mobilità, infatti, prevedeva una sapiente alternanza di lavori di gruppo e momenti di svago, con alcune uscite alla scoperta di luoghi carichi di storia. I nuclei tematici attorno ai quali i colleghi di Siviglia hanno fatto ruotare tutte le attività sono stati due possibili modi di intendere Siviglia e l’Andalusia: da un lato come incrocio culturale (a partire dalle memorie del passato medievale, in cui le testimonianze arabe si trovano sovrapposte a quelle ebraiche e a quelle cristiane) e dall’altro come ponte tra Europa ed America (in virtù del ruolo del porto cittadino nell’epoca delle scoperte). In questo contesto si sono inserite le visite guidate al Padiglione della Navigazione (ospitato nel quartiere dell’Expo ‘92), alla Cattedrale e all’Alcazar nel centro storico della città, e alla località rivierasca di Cadice. Tutte le visite sono state accompagnate da lavori di gruppo preparatori e di sintesi, in cui gli studenti e le studentesse delle varie delegazioni sono stati opportunamente mescolati per favorire il confronto, l’utilizzo di una lingua comune e la reciproca conoscenza.

Le giornate sono volate e nel cuore di tutti i partecipanti resterà sicuramente il ricordo del calore dell’accoglienza ricevuta dalle famiglie, dagli studenti e dagli insegnanti spagnoli. A questi ultimi, in particolare a Marisa e Raquel, va infine un grande grazie per averci aiutato a risolvere la “grana” thrilling dell’ultimo giorno: hanno organizzato a scuola in fretta e furia un “giro di tamponi” necessario per farci prendere il volo di rientro in Italia. E passare il Natale a casa! Grazie!

La prossima tappa è fissata per maggio 2022, per il terzo step di questo affascinante progetto. Destinazione: la località estone di Narva. Proprio in preparazione di questa mobilità internazionale, il lavoro dell’ErasmusClub del “Marinelli” riprenderà presto, alla ricerca dei luoghi della memoria nazionale. 

All’interno dell’apposita sezione del sito internet del “Marinelli”, seguendo il percorso che si avvia dal logo “Erasmus+” sulla colonna di destra, passa per il link “KA2 MEMEUROPE”, procede per l’ulteriore link “Eventi” e approda al contenitore “Spagna” (oppure cliccando direttamente qui), è possibile trovare un’ampia documentazione fotografica della mobilità di Sevilla, nonché la sintesi dei lavori presentati per l’occasione dagli studenti del “Marinelli”.

Chi fosse ancora interessato ad aderire al progetto e desiderasse partecipare alle attività dell’ErasmusClub scriva a luca.declara@liceomarinelli.edu.it.

Nelle foto: la delegazione del “Marinelli” e il gruppo completo dei partecipanti (“hosts and guests”).

 
Destinatari: 
Docenti
Famiglie
Studenti