Skip to content Skip to navigation

Biennale al Marinelli

Versione stampabilePDF version
studenti del Marinelli per la Biennale

La Biennale di Venezia è una fondazione culturale italiana che dal 1895 organizza l'Esposizione internazionale d’arte di Venezia con cadenza biennale. Attiva prevalentemente nelle arti figurative ma anche nel cinema, nel teatro, nella musica, nell'architettura e nella danza, è considerata la più importante in Italia e fra le più rilevanti al mondo. La storia della Biennale ha origini molto lontane: nel 1932 diede vita alla Mostra d'Arte Cinematografica, il primo festival cinematografico mai organizzato nel mondo che, assieme alla Musica (dal 1930), al Teatro (dal 1934), all'Architettura (dal 1980) e alla Danza (dal 1999), compongono la ricca offerta culturale della Biennale.

Negli ultimi anni, con lo scopo di migliorare il rapporto con il territorio, la Biennale si è impegnata a sviluppare le attività della Biennale Educational e visite guidate, svolte con un numero sempre maggiore di scuole della Regione e non solo, diffondendo così la creatività nelle generazioni più giovani. La Biennale prevede ogni anno un'ampia offerta Educational rivolta a singoli e gruppi di studenti, bambini, adulti, famiglie, professionisti, aziende e università, attraverso un ricco programma di percorsi guidati e attività di laboratorio, condotti da operatori selezionati e formati dalla Biennale. 

Da ormai diversi anni, il Marinelli partecipa alle attività organizzate dalla Biennale Educational e con questa proposta estremamente innovativa, il nostro liceo ha anche intrapreso un percorso di  PCTO. Oltre a questo, particolarmente coinvolto è il gruppo danza del Marinelli che svolge alcuni laboratori da presentare nel corso delle attività. Il gruppo danza è nato 22 anni fa ed è composto da ragazze legate dalla passione per la danza. 

Lo scorso anno le ragazze, coadiuvate della professoressa Anna Maria Rossi, hanno realizzato un video che è stato menzionato al Leone d'Argento. L'esperienza del laboratorio è stata costruttiva per il gruppo in quanto anche in quel caso, come quest’anno, dovevano esprimersi con i bambini attraverso la danza. Hanno trascorso con i bimbi una giornata intitolata “A day With Leo" svolgendo insieme diverse attività riguardanti la vita di Leonardo da Vinci e, tra le tante cose, hanno anche interpretato l’Uomo vitruviano, il Carro armato, il Cenacolo ed il Volo.

Quest’anno, le classi che hanno partecipato al progetto sono 3L e 2N, insieme al gruppo danza. Quest’ultimo ha scelto di rappresentare la bellezza tramite la danza ed è riuscito a realizzare un video, nonostante le restrizioni legate al covid.

Nel video viene rappresentata la bellezza sotto più punti di vista: attraverso i movimenti che la rendono affascinante e riescono a coinvolgere gli altri trasmettendo delle emozioni. Un altro esempio è l’ambientazione del video, ovvero il Parco Moretti di Udine: questo contesto  porta pace e tranquillità, condizioni che, durante la vita che conducevamo prima della pandemia, erano fortemente sottovalutate.

Questa esperienza  ha unito particolarmente il gruppo danza in interazione con le classi coinvolte, ma soprattutto ha permesso di esprimersi al meglio in modo tale che la professoressa Anna Maria Rossi potesse declinare le loro potenzialità per il raggiungimento di una valida sinergia. Uno degli obiettivi raggiunti è stato quello , rispettando sempre le normative,  di ideare  una coreografia di forte impatto emotivo. Le musiche utilizzate sono state quelle  di Gealynn Lea, una violinista americana che nonostante la sua disabilità è stata in grado  di  ideare melodie uniche in cui retaggi celtici, sound americani e eredità europee costituiscono la trama di fondo dalla quale prendere avvio per una sperimentazione unica. “La bellezza e oltre” è perciò in grado di fornire una nuova e coinvolgente concezione in cui la disabilità si presenta quale cifra distintiva  per l’acquisizione di un linguaggio coreutico ed etico completamente nuovo. 

Anche se diversa dagli anni scorsi, l’esperienza del laboratorio Biennale Educational è stata comunque costruttiva: esprimersi con i bambini attraverso la danza, rimane sempre un’emozione magnifica.

Con la professoressa, le due classi e le ragazze del gruppo danza sono riuscite anche ad esporre il progetto “la bellezza e oltre” a ragazzini di quarta e quinta elementare di scuole veneziana che, nonostante la distanza, sono riusciti a cogliere quello che i ragazzi del Marinelli volevano comunicare: la belezza della nostra Italia attraverso quadri, canzoni, architetture e paesaggi.

Fare capire la bellezza dei grandi monumenti e dei paesaggi avendo solo una stretta immagine sotto gli occhi è difficile ma è importante ricordare che l'Italia ha cose speciali da riscoprire quando saremo tutti nuovamente liberi di muoverci. 

Questo progetto, in collaborazione con la Biennale, ha aiutato a desiderare nuovamente di apprezzare in persona le tante bellezze di cui siamo circondati.

Non ultimo, il progetto ha fatto cimentare tutte le ragazze e i ragazzi in una nuova impresa come l'interesse dei bambini a manifestazioni culturali complesse come Dante, Giuseppe Verdi e Raffaello.

Grazie a questa esperienza, i marinelliani seppure per poco, sono riusciti a stare in compagnia di bambini che anche se lontani hanno trasmesso a tutti gioia e allegria.

Ecco la pagina del sito della scuola con il video in parola.

Irene Cettul, Sofia Fain, Martina Rosa di 3L

 
Destinatari: 
Docenti
Personale ATA
Studenti